Sommari dei fascicoli

Anteprima fascicolo n.3 (nov/2015)

29
text
L’anno scolastico che verrà di Carmela Simeone, insegnante di scuola primaria
L’articolo prende le mosse dalla notizia dell’approvazione della Legge 13 luglio 2015, n. 107 di Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti (GU n. 162 del 15/7/2015), entrata in vigore il 16/07/2015. La Buona Scuola “in pratica” con particolare riferimento al POF e alla progettazione per competenze
 
Tra il dire e il fare: documentare, di Carmela Simeone, insegnante di scuola primaria
«L’insegnante, come qualsiasi altra persona, ha bisogno di crescere continuamente», concludeva Manuela Moroni nel suo intervento alla Convention Scuola di Diesse (Didattica e Innovazione Scolastica) del 2013, «altrimenti rischia di ripetere tecniche e strategie sempre uguali che però non riescono a interessare i ragazzi». Presentava, in quell’occasione, “Le Botteghe dell’Insegnare”, percorsi di formazione tenuti da docenti “maestri” per e con i colleghi, che volevano essere «un antidoto all’abitudine e un pezzetto, anche se piccolo, di quella nuova scuola che tutti noi attendiamo».
 
Non ci sono più i bambini di una volta!  di Maddalena Rossi, Counselor scolastico e collaboratore CREMIT
I bambini sono davvero cambiati? Da questa domanda, spesso riconoscibile nei discorsi degli insegnanti pensando al carico di lavoro nella propria classe, ma anche nelle parole di molti genitori, si vuole procedere fornendo una panoramica sulla genesi delle esigenze dei bambini, sia cognitive che emotive, nella fascia d’età della scuola primaria.
 
La curva energetica: istruzioni , di Maddalena Rossi (con il contributo di Anna Calegari, Counselor scolastico), Counselor scolastico e collaboratore CREMIT
L’articolo presenta alcuni esercizi e attività ludiche che l’insegnante può proporre in classe per regolare la curva energetica dei propri bambini: giochi semplici, attività che diventano parte della routine quotidiana, esercizi per lavorare sulla dimensione emotiva personale e dei compagni.
 
I TEPs , di Silvia Biondi, Università degli studi di Macerata
Nella disciplina della Matematica abbiamo a disposizione lo strumento dei TEPs che permette di valutare l’apprendimento concettuale, quello strategico nonché comunicativo. Infatti il TEP consiste nella produzione, in maniera autonoma, di testi scritti riguardanti la Matematica. Tale strumento è nato inizialmente come protocollo commentato riguardante la risoluzione dei problemi ma può essere utilizzato in classe per valutare sia il livello di apprendimento dei diversi concetti matematici, sia l’abilità comunicativa. Pur trattandosi di una tipologia di prova a risposta aperta che subisce la soggettività del valutatore, questo strumento è utile per l’insegnante che può comprendere i processi di apprendimento dei singoli alunni ma anche per gli stessi alunni che vengono resi consapevoli del proprio percorso.
 
Rapporti scuola famiglia, di Giusy Vallisa ed Emanuela Provenzani, insegnanti scuola primaria
Oggi le competenze comunicative e relazionali degli insegnanti sono giudicate importanti almeno alla stessa stregua di quelle disciplinari. La comunicazione è un elemento fondamentale del lavoro di ogni insegnante, imprescindibile per promuovere conoscenze e competenze, ma anche per creare un clima cooperativo e disteso con alunni, colleghi e famiglie. Il clima che si respira a scuola deve essere la riprova di una comunicazione facile, agevole e di una collaborazione attiva. I genitori devono poter “stare bene” nella relazione con la scuola per poter affrontare con la serenità necessaria il percorso scolastico dei propri figli. Attraverso l’esperienza dell’Istituto Comprensivo di Cadeo e Pontenure (PC) proveremo a prendere in esame il rapporto scuola famiglia all’interno di uno studio di caso.
 
L’in-form-azione dell’insegnante , di Barbara Scheda, insegnante di scuola primaria
In che modo la condivisione e la concretizzazione delle competenze di ciascun insegnante può creare un clima di ascolto, di fiducia e di diffusione dei saperi tra i docenti? Molto spesso la cosa più difficile è parlare insieme, trovare disponibilità all’ascolto e allo scambio di pratiche e di conoscenze. Tra gli impegni etici della professione docente c’è infatti, l’arricchimento costante della propria preparazione disciplinare, metodologica, relazionale nonché la capacità di condividere con i colleghi quanto appreso attraverso la creazione di un clima di rispetto e collaborazione. In questo contributo intendo presentare i punti fondamentali da tenere in considerazione nell’organizzazione di corsi di aggiornamento/formazione per i colleghi.
 
Formare attraverso l’arte , di Barbara Scheda, insegnante di scuola primaria
La formazione deve essere intesa come un’opportunità per conoscere se stessi e abbattere le barriere che spesso si innalzano tra i colleghi; pertanto, mi piace utilizzare in sua associazione la parola “sviluppo”. In questo modo, il rimando è a un concetto ampio, che riguarda ogni insegnante in quanto persona che consente all’istituzione scolastica di crescere e arricchirsi. Professionalità e personalità devono dunque, convivere. Lo “sviluppo” di cui parlo, non è da intendersi come una divisa uguale per tutti, ma un taglio sartoriale che va cucito sulle singole persone. Il contributo che presento intende illustrare un percorso che, dall’aggiornamento personale, si è declinato in un percorso di formazione per i colleghi promuovendo come tema centrale “l’insegnare attraverso la strategia dell’arte”.
 
Le relazioni scuola-famiglia, di figli e di alunni di Cristina Cuppi, Dirigente scolastico
La normativa definisce chiaramente ruoli, diritti e doveri delle varie componenti degli organi collegiali, ma ciò che determina un clima scolastico sereno e contribuisce al benessere degli alunni, oltre a una organizzazione efficace, è la capacità da parte del dirigente, docenti e, da non sottovalutare, del personale ATA di essere disponibili all’ascolto e all’accoglienza in senso lato.

67/zarcntext/14460248337306610062_SIM03-1acop-L.jpg
sx
2

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.