17
text
La lezione frontale, di Andrea Traverso
L’articolo intende presentare le principali tipologie di lezione frontale rendendo evidenti gli aspetti positivi e le criticità di tale pratica, la sua funzione nel processo di insegnamento-apprendimento e le opportunità legate alla gestione del sistema di relazioni interno alla classe. Saranno infine proposti alcuni passaggi metodologici di cui l’insegnante deve tener conto nella progettazione della lezione.

Lezione oltre il perimetro! di Loredana Testa, “Maestra Lori*”
Con questo contributo si vuole esemplificare la progettazione di una lezione “parlata” nel senso presentato da Parmigiani (2013). Attraverso l’esplicitazione delle intenzioni progettuali del docente, la presentazione dei passaggi attivati in classe durante la lezione e le attenzioni da tenere da parte del docente durante la gestione di ogni passaggio, viene presentata una proposta di design di lezione. I materiali didattici proposti e il loro commento dal punto di vista del docente servono proprio per comprendere come microprogettare la lezione affinché sviluppi apprendimento attivo e incoraggi azione riflessiva negli studenti. Questi due aspetti riescono a vanificare i rischi insiti nella lezione frontale (nel senso negativo che ha assunto ultimamente tale termine) e a potenziarne tutti i vantaggi ai fini dell’apprendimento.

La fotografia come linguaggio, di Elena Valgolio
Per molti aspetti la fotografia è uno dei linguaggi più vicini all’agire didattico dell’insegnante: è abbastanza familiare da risultare praticabile anche dagli insegnanti meno avvezzi alla tecnologia, è spendibile in tanti contesti disciplinari e per attività diverse (raccontare e raccontarsi, prendere le misure della realtà), è apparentemente semplice (ma come linguaggio ha delle regole precise), è emotivamente carico. Il lavoro che viene descritto nel contributo prende le mosse da questi presupposti e racconta come si possa lavorare con la fotografia in una classe di scuola primaria.

Il cartone animato nella didattica, di Laura Margutti
I prodotti animati rappresentano una parte dell’esperienza quotidiana dei bambini e, da qualche tempo, anche uno strumento valido per “animare” la didattica e comunicare contenuti importanti, come i diritti dell’infanzia, la solidarietà, l’ambiente. Il contributo vuole ragionare sullo spazio del cartone animato come oggetto della didattica, attraverso il racconto di un’esperienza in classe: il cartone animato per affrontare il tema dei diritti dei bambini.

L’ePortfolio, di Marilena Sansoni
Proseguiamo la riflessione avviata nel numero di Ottobre sull’ePortfolio. Nella sezione Valutare del numero di Ottobre ci siamo infatti soffermati, nell’ambito della Valutazione auten- tica, sulla sperimentazione dell’ePortfolio alla scuola primaria. Proseguiamo la riflessione analizzando le specifiche del software Mahara utilizzato nella sperimentazione.
 
Inglese e compiti significativi, di Simonetta Leonardi
La valutazione è da decenni uno dei temi più dibattuti della scuola. L’abbondanza lessicale a riguardo ci aiuta a capire la portata del dibattito: valutazione in itinere, valutazione finale, valutazione sommativa, va- lutazione formativa, valutazione di sistema, valutazione interna, valutazione esterna, certificazione delle competenze. Ma dopo tanti dibattiti, la questione sembra ancora essere spinosa perché, con “l’avvento delle competenze, i tradizionali strumenti di valutazione sono divenuti insufficienti. Nel contributo che segue sarà presentata un’esperienza didattica di lingua inglese per la valutazione di pre- stazioni autentiche.

Laboratorio di storia, di Paola Faorlin
Ci sono attività didattiche capaci di mettere insieme progettualità nuove, d’integrare stili, di includere tutti e potenziare le competenze. L’abbiamo scoperto circa dieci anni fa, quando, quasi per caso e con scarsissimi mezzi, abbiamo iniziato a sperimentare un modo diverso di “fare scuola” grazie a una didattica volta all’inclusione e al potenziamento. Partecipando al gruppo apprendiamo un modo nuovo di stare insieme, a esercitare la tolleranza e la relazione e a condividere il rispetto e la gioia. Non si tratta più di decidere a quale obiettivo specifico e a quali finalità conduca un determinato lavoro, ma come motivare tutti a imparare vivendo la medesima esperienza in modo unico: ciascuno secondo le proprie possibilità, costruendo insieme il sapere. Il laboratorio storico-motivazionale nasce da questa riflessione.

Navi nella rete, di Ermelinda Guarino
Quali sono i fattori che intervengono in un processo di apprendimento? Come fare in modo che l’insieme di questi fattori produca un apprendimento significativo? All’interno dei nostri spazi di lavoro, ciascuno di noi si misura con l’efficacia della propria attività educativa, mentre le sfide che gli insegnanti e i sistemi di istruzione affrontano continuano a intensificarsi e la domanda di competenze altamente qualificate cresce significativamente. La sfida del nostro tempo è la trasformazione di modelli tradizionali di apprendimento in sistemi che identifichino e sviluppino i talenti di tutti.

Un modello di formazione continua, di Fabiola Scagnetti
È evidente che il modello formativo per i docenti che ricalca la lezione frontale in classe non è più efficace. Occorre che il dirigente organizzi e strutturi, con il supporto dell’Università, momenti di confronto all’inter- no dell’istituto. Il docente si apre al nuovo e agli altri, diventando un elemento attivo della comunità scolastica dove tutti crescono grazie a uno scambio reciproco nel quale la difficoltà diventa sfida e valore. I modelli elaborati dal gruppo risultano avere una ricaduta immediata sull’apprendimento degli alunni.

Comunicare e organizzare, di Antonio Fini
Il Dirigente deve conoscere le potenzialità delle tecnologie e promuoverne l’utilizzo per migliorare la comunicazione dell’organizzazione scolastica. Due gli strumenti presentati. Le Google Apps for Education rendono efficace la comunicazione interna (circolari, modulistica, mailing list, realizzazione condivisa di documenti). I CMS OpenSource permettono, per quanto riguarda la comunicazione esterna, la creazione di siti. La comunità di pratica Porte Aperte sul Web supporta le scuole con tutorial e indicazioni per il rispetto della normativa
67/zarcntext/14144085074795739288_SIM-14-15-cop3-L.jpg
sx
2

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.