28
text
Osservare: azione trasformativa, di Rosaria Pace, Università degli studi di Foggia
L’osservazione in aula rappresenta uno strumento per rilevare comportamenti e per ricostruire processi, alla luce degli atteggiamenti spontanei che si realizzano nel contesto. L’osservazione, che può essere condotta anche da un attore esterno alla classe – ad esempio un ricercatore – costituisce una risorsa per cogliere le relazioni, le interazioni, le comunicazioni non verbali che compongono il quadro complesso della realtà didattica. Lo stesso docente, nella veste di etnografo, di ricercatore e di interprete dei dati raccolti “sul campo”, può assumere un ruolo primario nel monitoraggio della relazione didattica e nella definizione delle condizioni di innovazione. Anche con la partecipazione attiva degli studenti, che possono diventare “informatori” e partner del processo osservativo.
 
Scuola e società, di Rosaria Pace, Università degli studi di Foggia
Documentare ha a che fare con i linguaggi e con la scrittura, ma anche con la performance; con la struttura formale e con quella creativa della scrittura multimediale, ha a che fare con il linguaggio specialistico della documentazione didattica e con quello evocativo della narrazione digitale. Comunicare con le famiglie, con gli studenti, con la stessa scuola, con il territorio, attraverso formati e strumenti diversi. Il processo di documentazione investe il docente – e gli studenti – del ruolo di regista ed educatore mediale, scrittore e comunicatore. La documentazione si apre anche all’esterno e diventa un progetto di condivisione, nell’ambito di comunità di docenti in grado di fare rete e di aggregare saperi professionali, esperienze, contesti.
 
Relazione didattica e strumenti, di Elena Valgolio, insegnante di scuola primaria
L’insegnante legge, riconosce e sostiene relazioni all’interno della classe, mostra con parole e racconti – attraverso il suo speciale modo di fare – esempi positivi. Stimola il pensiero critico attraverso il dialogo consentendo ai suoi bambini di porre delle buone basi per la costruzione di significati condivisi. Le braccia che cullano questo modo di fare risiedono nel riuscire a regalare alla propria classe momenti di discussione, di scambio reciproco, di conversazione, di partecipazione.
 
Certificare le competenze, di Maila Pentucci, insegnante di scuola secondaria di I grado
La recente emanazione del modello unificato di certificazione delle competenze, oggetto di sperimentazione nella quinta classe di scuola Primaria e nella terza di scuola Secondaria di I grado, ci sottopone una serie di questioni sia in termini di analisi del documento, che di sua contestualizzazione nel processo educativo delle scuole. Dalla lettura delle linee guida che lo accompagnano è possibile rilevare la stretta sinergia con le Indicazioni che permettono di considerare la certificazione non come fase finale di un percorso, ma come elemento fondante per la prassi didattica e per la definizione delle finalità del singolo istituto. Per questo si può cogliere l’occasione per ragionare sul curricolo verticale e sul ruolo delle competenze trasversali nei processi di insegnamento – apprendimento, in modo da costruire strumenti di progettazione, di osservazione, di valutazione coerenti tra loro e significativi ed efficaci per rendere gli alunni competenti e garantire loro l’esercizio della cittadinanza.
 
Scuola genitori digitale, di Maria G. Sala, docente scuola secondaria di primo grado
Lavorando nel mondo della scuola abbiamo modo di percepire quotidianamente la complessità crescente della società nella quale si agisce, caratterizzata da una crisi dei ruoli della scuola e della famiglia, che sono entrambe alla ricerca di una ridefinizione, e da un protagonismo evidente dei media digitali che ha generato domande, paure, conflitti ma anche diversi orizzonti di opportunità.
 
Il protocollo di accoglienza, di Sara Samolo, insegnante di scuola primaria
Per fare della scuola un luogo che possa definirsi realmente inclusivo, non è sufficiente, dal punto di vista etico, limitarsi alla sola applicazione della normativa. Da questa si dovrebbero trarre, infatti, ispirazione e indicazioni utili per delineare un percorso progettuale che assicuri la miglior accoglienza possibile agli studenti di recente immigrazione, già al momento dell’iscrizione e all’assegnazione della classe in cui l’alunno sarà inserito. In questo articolo presento la mia esperienza come “referente intercultura” per la scuola dell’infanzia e primaria, in merito al primo momento di accoglienza degli alunni stranieri e delle loro famiglie nella scuola. In particolare spiegherò la genesi, lo sviluppo e la finalità del Protocollo di accoglienza approvato dal Collegio Docenti nell’Istituto Comprensivo che ho redatto e aggiornato per la parte di mia pertinenza (scuola infanzia e primaria).
 
Piano Annuale per l’Inclusività, di Marina Fasce, insegnante di scuola primaria
Il modello di ricerca-azione di ispirazione deweyana può diventare la chiave interpretativa e lo stile di conduzione di procedure previste dalla normativa scolastica. Nel caso del Gruppo di Lavoro per l’Inclusività (GLI) e dei cosiddetti Gruppi H, il Piano Annuale per l’Inclusività (PAI) nelle sue fasi progettuali, operative e di monitoraggio, le attività possono essere così rese efficaci e funzionali al contesto e ai bisogni del singolo istituto, cessando di essere vissute solo come un peso burocratico.
 
Uscite e viaggi, di Fabia Dell’Antonia, dirigente scolastica
I viaggi e le visite d’istruzione sono attività che richiedono un grande impegno da parte di docenti e segreteria eppure, nonostante il notevole carico di lavoro e di responsabilità, tutte le scuole li fanno. Perché? Analizziamo le finalità, la normativa e tutto ciò che c’è da predisporre per la loro effettuazione in sicurezza fornendo degli esempi pratici di documenti da utilizzare per la loro organizzazione.
67/zarcntext/14434296430156729837_SIM02-1acop-L.jpg
sx
2

Editrice La Scuola © Tutti i diritti riservati
IL SITO “La Scuola.it”
Titolare del Trattamento
Editrice La Scuola S.p.A. con sede in
Via Antonio Gramsci, 26
25121 Brescia (Italia)
Tel. +39 030 2993.1
Fax +39 030 2993.299

COOKIE POLICY
Come impieghiamo i Cookie
I cookie sono piccole stringhe di testo che il browser memorizza quando l’utente visita un determinato sito internet, incluso il nostro. I cookie sono generalmente utilizzati dai siti internet per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente, consentendo al sito web di riconoscerlo, sia per la durata della visita (utilizzando un cookie di “sessione” che sarà cancellato alla chiusura del browser) sia in caso di successive visite (utilizzando un cookie “permanente”).
Per sapere di più sui cookies, per favore visitate il sito web dedicato, che trovate di seguito riportato accanto al paese di origine:
Italia: Your Online Choices www.youronlinechoices.com/it/
Altri: All About Cookies www.allaboutcookies.org
Il provvedimento generale dell'Autorità Garante della privacy (GU n. 126 del 3 giugno 2014) ha definito due tipologie di cookie:
Cookie tecnici - Impiegati per permettere la trasmissione di una comunicazione, per condurre un servizio richiesto dall'utente o per effettuare ricerche statistiche sull'impiego del sito web.
Cookie di profilazione - Impiegati per registrare il comportamento di un utente e le preferenze manifestate al fine di inviargli messaggi pubblicitari in linea con i suoi interessi.
In riferimento al suddetto provvedimentoLaScuola.it utilizza le seguenti tipologie di Cookie:

Tecnici
Permettono il funzionamento di alcune parti del sito. Le loro finalità riguardano il mantenimento di una sessione attiva tra l’utente e il sito e la preferenza della lingua scelta dall’utente. Questi cookie vengono memorizzati all’interno del browser, è possibile cancellare o disabilitare la ricezione di questi cookie, compromettendo le funzionalità di alcuni servizi del sito web. Per l’utilizzo di questi cookie non è necessario ottenere il consenso da parte dell’utente.

Analytics
Google Analytics è uno strumento gratuito di analisi web di Google che consente di raccogliere informazioni relative alle pagine visitate, al tempo trascorso sul sito, al modo in cui il sito è stato raggiunto. Questi dati permettono di segnalare le tendenze dei siti web senza identificare i singoli visitatori. Per utilizzare questi cookies l’utente deve manifestare il proprio consenso, esprimendolo semplicemente proseguendo la navigazione del sito cliccando fuori dal banner che LaScuola.it presenta al primo accesso. Google Analytics utilizza i suoi cookies di proprietà. Puoi scoprire di più sulla privacy policy di Google visitando il sito: http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
E’ possibile annullare l’uso di Google Analytics in relazione all’utilizzo sul nostro sito scaricando e installando il Browser Plugin disponibile tramite questo link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it

Cookie di profilazione
Si tratta di cookies di terze parti che permettono di raccogliere le informazioni relative alle preferenze degli utenti mentre navigano in internet, registrare quando gli annunci vengono visti, la reazione degli utenti e le loro conseguenti azioni e controllare il rendimento delle campagne. Tale servizio, implementato su questo sito, impiega cookies di terze parti, di seguito elencati insieme alle rispettive privacy policy, nella quale vengono fornite ulteriori informazioni:
- DoubleClick, link: http://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
- AddThis, link: http://www.addthis.com/privacy/privacy-policy/it/
- BlueKai, link: https://www.oracle.com/it/legal/privacy/marketing-cloud-data-cloud-privacy-policy.html
- Turn Inc. link: http://www.amobee.com/trust/consumer-opt-out
- Site Scout, link: http://www.sitescout.com/opting-out

Come impedire l'impiego dei cookie
In riferimento ai Cookie di terza parte utilizzati dal sito, si rimanda alla politica del fornitore raggiungibile dal link sopra indicato per le informazioni sulla loro disabilitazione.
Altro metodo per gestire i cookie è la modifica delle impostazioni del browser impiegato. La maggior parte dei browser internet, infatti, è configurata di default per accettare i cookie. È possibile tuttavia disabilitare il loro impiego o controllare quali di essi possano essere utilizzati o meno. Di seguito vengono riportati i link alle descrizioni sul come gestire i cookie sui più comuni web browser:
Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Ricordiamo che disabilitare i cookie di navigazione o i cookie funzionali, può limitare il servizio da noi offerto o i contenuti del sito stesso.

Modifiche a questa policy
Editrice La Scuola si riserva la facoltà di modificare questa informativa secondo quanto si renderà necessario. Vi invitiamo a controllare questa pagina periodicamente nel caso vogliate tenere sotto controllo i cambiamenti.